Mobeen Ansari

STILLS OF PEACE AND EVERYDAY LIFE

Italia e Pakistan:
una ricerca del senso del Contemporaneo

a cura di Antonio Zimarino, Franco Speroni, Lavinia Filippi e Raffaella Cascella.

STILLS of peace and everyday life è un progetto, promosso dalla Fondazione Aria, fondato su una ipotesi sperimentale: realizzare “eventi” d’arte e cultura attraverso l’incontro, la comunicazione e la conoscenza di differenti tradizioni culturali nel Mondo.

Tali eventi intendono iniziare a costruire una rete globale di connessioni e collaborazioni che attraverso la produzione di ulteriori eventi, porti ad una conoscenza e ad un rispetto delle Culture stesse, valorizzandone reciprocamente la Bellezza e la profondità. Sociologia, Arte Contemporanea, Economia Sostenibile, Didattica sono le discipline che concorrono al dialogo e alla comprensione profonda dei comuni valori umanistici ed esistenziali che sono alla base di ciascuna specifica Cultura.

In questo progetto specifico, l’interesse per la cultura pakistana è nato incontrando l’arte del Gandhara, nella Swat Valley e le singolari tradizioni identitarie di un popolo “in via d’estinzione” come quello dei Kalasha. Entrambe sono realtà Pakistane studiate a lungo da missioni archeologiche e antropologiche italiane che restano per altro, in continua fervente attività. Storia, archeologia e antropologia, sono stati i punti di partenza di un lavoro che ci ha portato ad incontrare la complessa contemporaneità dell’attuale Pakistan attraverso l’Arte che oggi esprimono le sue giovani generazioni. Il confronto con ciò che accade in Italia è stato un passo necessario e naturale che ci ha aperto interessanti percorsi di senso e di significati capaci di farci leggere la specificità delle esperienze, l’una alla luce dell’altra.

Ecco quindi STILLS of peace and everyday life, una mostra di artisti italiani e pakistani che si terrà nel luglio del 2014 ad Atri, in Abruzzo e che pensa di proseguire nelle città di Islamabad e a Lahore in collaborazione con le Ambasciate e altre istituzioni culturali dei due Paesi

La mostra allestita nei suggestivi ambienti della cripta del Museo Capitolare della Cattedrale di Atri, propone opere di artisti contemporanei Italiani e pakistani che attraverso i linguaggi della fotografia, della video arte e dell’installazione, si confrontano su temi relazionali, sociali ed esistenziali profondi. Viene offerto così uno spaccato sulla ricerca attualissima dell’arte in Pakistan ed una conoscenza delle ricerche estetiche di artisti italiani originari dell’area Centro Adriatica.

Nel mondo dell’arte ci sono tante mostre che ricordano, raccontano, urlano o ripetono; STILLS OF PEACE and Everyday Life, nell’intenzione dei suoi ideatori e curatori, vorrebbe essere una mostra “che pensa” e fa pensare attraverso l’incontro inedito tra artisti italiani e la cultura visuale ed immaginale del Pakistan contemporaneo. Superando i pregiudizi, le distanze, le diversità di formazioni, culture e condizioni nascono riflessioni tanto sulla specificità che sulle comuni esigenze di dignità, di significato, di etica e rispetto necessarie alla condizione umana. In Arte, come nel vivere, l’apertura al confronto, quando sa e desidera affrontare le distanze reali e metaforiche con le altre culture, è occasione di crescita e apertura alla “novità” tanto formale che concettuale. E’ una via anche per ritrovare altri significati, incontrandosi sul terreno comune della ricerca dei valori che, come esseri umani, chiediamo al vivere.

Programma I Edizione 2014

Stills of Peace

11 Luglio – 30 settembre, 2014
Museo Capitolare / Cripta della Cattedrale / Atri (TE)

Mostra a cura di Claudio Libero Pisano
Orari: 10.00 – 12.00 / 15.30 – 19.00

Artisti in Mostra: Iffat Almas / Mobeen Ansari / Sajjad Ahmed / Emanuela Barbi / Farida Batool / Massimo Camplone / Sergio Camplone / Mandra Cerrone / Paolo Dell’Elce / Barbara Esposito / Attilio Gavini / Shalalae Jamil / Lali Khalid / Nadia Khawaja / Naiza Khan / Aroosa Naz / Iacopo Pasqui / Giovanni Sacchetti / Risham Syed

Curatela mostra Biografia Artisti Italia Biografia Artisti Pakistan

La mostra allestita nei suggestivi ambienti della cripta del Museo Capitolare della Cattedrale di Atri, propone opere di artisti contemporanei Italiani e pakistani che attraverso i linguaggi della fotografia, della video arte e dell’installazione, si confrontano su temi relazionali, sociali ed esistenziali profondi. Viene offerto così uno spaccato sulla ricerca attualissima dell’arte in Pakistan ed una conoscenza delle ricerche estetiche di artisti italiani originari dell’area Centro Adriatica.

Nel mondo dell’arte ci sono tante mostre che ricordano, raccontano, urlano o ripetono; STILLS OF PEACE and Everyday Life, nell’intenzione dei suoi ideatori e curatori, vorrebbe essere una mostra “che pensa” e fa pensare attraverso l’incontro inedito tra artisti italiani e la cultura visuale ed immaginale del Pakistan contemporaneo. Superando i pregiudizi, le distanze, le diversità di formazioni, culture e condizioni nascono riflessioni tanto sulla specificità che sulle comuni esigenze di dignità, di significato, di etica e rispetto necessarie alla condizione umana. In Arte, come nel vivere, l’apertura al confronto, quando sa e desidera affrontare le distanze reali e metaforiche con le altre culture, è occasione di crescita e apertura alla “novità” tanto formale che concettuale. E’ una via anche per ritrovare altri significati, incontrandosi sul terreno comune della ricerca dei valori che, come esseri umani, chiediamo al vivere.

A cura di:

Arte in centro
Fondazione Aria

In collaborazione con:

Comune di Atri

Con il patrocinio di:

Società Dante Alighieri
Università Firenze
Embassy Pakistan Rome
Associazione Italia Pakistan
Ambasciata Italiana Islamabad

Main Sponsor:

Banca Dell’Adriatico

Sponsored by:

Zecca energia vicina
Reale Mutua
Metalchimica
Angelucci Trasporti
Alma cis
Gruppo Aercoib
DellAventino
CFI ADVISORS
BPER
Sangro Automazione
Hiteco
Hotel-Villa-Maria
Galeno
Valagro